5 commenti Aggiungi il tuo

  1. LatteScaduto ha detto:

    Anch’io convivo da sempre con questo vuoto.
    Anche quando convivevo con la mia ex, perchè il vuoto è una cosa molto personale e si può percepire anche se abbiamo una numerosa e bellissima famiglia.
    Su internet ho trovato gli stessi consigli: non ricacciarlo, bensì ascoltarlo. Mettiti sul divano in silenzio e ascolta le sensazioni. Ascoltale e basta.
    La conosci la canzone degli 883?
    “Il vuoto credo che non si riempia mai
    Per tutti è così (seeeeeee)
    Si perché è un po’ il vuoto di tutti noi
    Ci sbattiamo tanto per chiuderlo
    Ci proviamo e non ci riusciamo mai
    Allora tanto vale conviverci
    Cumuli di roba e di spade
    Non ti servono a un cazzo lo sai
    Cumuli di cazzi tuoi
    Ci son sempre e cancellarli non puoi
    Cumuli di roba e di spade
    Non ti riempiono quel vuoto lo sai
    Tanto quello non si riempie mai
    Perché forse fa un po’ parte di noi”

    "Mi piace"

    1. centroasociale ha detto:

      Grazi per la tua condivisione latte scaduto, la canzone come si chiama ? Così me la ascolto

      "Mi piace"

      1. LatteScaduto ha detto:

        Cumuli di roba e di spade.
        Parla di un amico tossicodipendente.
        Cmq ripeto: quel senso di vuoto è fisiologico, fa parte della natura umana.
        Secondo me è ,COME TUTTE LE INSODDISFAZIONI, il *MOTORE* che spinge l’umano a migliorarsi, evolvere, ecc.
        Se l’essere umano fosse contento e soddisfatto, sarebbe rimasto a vivere nelle caverne.
        L’eterno desiderio di avere di più e vivere più emozioni, ci porta a scoprire l’america, ad andare sulla luna, su marte, ci porta a SOCIALIZZARE (l’essere umano è un animale da branco e da solo non sopravviverebbe), a riprodurci fecondando più donne, ecc ecc.
        Insomma, è un istinto naturale che ha molti motivi per esistere, ma ha anche questo effetto collaterale.
        Non a caso molti artisti famosi hanno sofferto molto. Pensa ai famosi cantanti contemporanei: tutti fattoni e ubriaconi che di tanto in tanto devono andare a disintossicarsi.
        Pensa al cantante dei nirvana, pensa a Amy Winehouse, ecc.
        Pensa ai testi delle vecchie canzoni di Vasco Rossi o Franco Califano (“tutto il resto è noia”), ecc ecc ecc.

        Piace a 1 persona

      2. centroasociale ha detto:

        Si ma se fai una ricerca su Google e digiti “mi sento vuoto” trovi ormai mille patologie , ti vogliono appioppare di tutto ormai peggio della lebbra sulla propria salute emotiva . Io sono d’accordo con te solo che di questi argomenti non se ne parla abbastanza ma secondo me chi più chi meno un po’ il vuoto lo sentiamo tutti

        "Mi piace"

      3. LatteScaduto ha detto:

        Tutti! Sicuro! Ma cerchiamo di non mostrarlo: con gli amici si ride e si scherza come se non ci fosse… ma ogni tanto, tra una risata e una cazzata, si riesce a scorgere in qualche amico quel desiderio di aprirsi un pochino, ma che cerca di nascondere per non essere patetico.
        Ma se fai attenzione ogni tanto qualcuno si lascia andare una frase malinconica, seria…
        ed è lì ,su quelle persone, che vale la pena di concentrarsi.
        Ci si fiuta. I lupi solitari si cercano
        E non sto parlando di accoppiamenti, ma anche solo di amicizia, frequentazioni, anche se su internet pare che il rimedio a tutti i mali si il finire accoppiati (dalla botta e via al farsi una famiglia).

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...